10 commenti su “The Divide.(come darsi una mattonata sui coglioni e sopravvivere)

  1. Sulla musica hai ragionissima: mi sono scaricato la soundtrack (oops! Dovevo dire “acquistato”…) ed è effettivamente validissima, ottimo consiglio!
    Il film l’ho schivato quattro ani fa, perché già parzialmente deluso da “Hitman (preciso che avevo a suo tempo aspettative molte alte dopo l’orrorifico “Frontière(s), con tutti gli incasinamenti politici dell’estrema destra in Belgio, perciò “Divide” è rimasto al palo.
    Quindi, cosa resta?
    Ma ovviamente la tua recensione, che è bella già dal titolo, perché come te non c’è nessuno su WP e sei necessaria come la fotosintesi clorofilliana per tutti noi blogger…
    State attenti lettori, perché la nostra “Jessica Jones dei blogger” non ti manda a quel paese così, tanto per gradire, ma con cognizione di causa, perché dietro le sue parole c’è una conoscenza di cinema profonda, nascosta da un animo schivo e di certo non in cerca di riflettori: in frasi come “[…] Non si capisce se volesse omaggiare Hostel o L’Ultimo uomo sulla terra……(il primo l’ho mollato dopo neppure mezzora, la violenza gratuita non mi è mai piaciuta, il secondo è degno di nota) fatto sta che questo film spacciato per horror-fantascientifico post-apocalittico, non ha niente né dell’uno né dell’altro[…]” si può trovare tutto l’amore per la settima arte, ma quella che faccai emozionare e non quella auto referenziante e paracula.
    Brava Chezliza, brava

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...