Dracula Untold.


image

E’da 93 anni che il mondo del cinema ruba a piene mani dal Dracula di Bram Stoker, capolavoro gotico pubblicato nel 1897. Nel lontano 1922, fu’ Nosferatu di Murnau, poi il Dracula ‘Universal del 1931, per poi volare nel corso dei decenni tra Hammer, Polanski, Andy Warhol, Mel Brooks, Francis Ford Coppola e l’involontariamente demenziale Dracula 3D di Dario Argento.(MINCHIA CHE BRUTTO😨..e io ho ADORATO Argento) La Universal Pictures ha voluto rimettere mano al mito del conte Vlad rivisitando il personaggio, gia’ dalla locandina di lancio, che vede il nero mantello del protagonista tramutarsi in decine di pipistrelli.

image

Vlad III di Valacchia, ‘l’Impalatore’ che impalava i propri nemici, passato alla storia per essere uomo crudele e sanguinario in questo film molto fantasy, poco horror e un po’ scellerato ,bhe’ non lo e’.
Qui viene valorizzato al massimo il collegamento tra il personaggio di fantasia e quello storico: l’horror (pochino in verita’)lascia il posto all’epica e al sentimento.
Il racconto e’dominato da un personaggio positivo , Vlad è mostrato come un buon padre di famiglia (Padre??????)e un governante saggio e preoccupato per il suo popolo , che suo malgrado si trasformera’ in un mostro proprio per la necessità di compiere azioni utili a salvare chi ama, vedremo quindi il sacrificio, il senso della responsabilità ma anche l’ingratitudine e il tradimento.
Potrebbe sembrare scontato e prevedibile invece per me il film regge, gli scontri hanno un che di catartico, l’uso dei pipistrelli come armi di offesa e’ grandioso. Lo aiuta la recitazione complessivamente ricca di convinzione, da parte dell’energico Luke Evans e della fragile Sarah Gadon.Ma..

…Se dovessi valutare Dracula Untold da purista di Dracula, direi per prima cosa che:
il vampiro raccontato dall’opera prima di Gary Shore è un po’ troppo “pulitino” per i miei gusti, dal momento che rinnega il suo glorioso passato da impalatore e dopo anni di feroce addestramento con gli spietati nemici turchi, si è trasformato in un re giusto e magnanimo, a metà fra un eroe guerriero e un illuminato politico dell’antica Atene .
Da cultrice del bel tenebroso vampiro così ben descritto dal Dracula di Francis Ford Coppola, dovrei poi fare notare che la scelta più o meno consapevole di levare al personaggio il suo alone gotico e inquietante ha l’effetto di snaturarlo.
Griderei al Sacrilegio osservando che gli uomini resi vampiri da Dracula tentano di annientarlo, invece di considerarlo loro signore e padrone, e che magari …giusto per rompere i coglioni, il titolo di primo non morto non spetta a lui, ma a un demone prigioniero di una grotta e di una maledizione.
Eccezionale la simpatia e la maestria di Charles Dance, che mostra una lingua schifosa come quella di Jabba the Hut e ci regala un Vampiro potente furbo .

image

Ma come al solito l’eccessivo uso della CG mi privano del piacere perverso di sentire l’odore del sangue versato in battaglia e il rumore della lance che trafiggono le carni.
Incantano i bei paesaggi d’Irlanda, Non sono male nemmeno le scene in cui Vlad, proprio come un giovane super eroe marveliano, scopre i poteri speciali per cui ha venduto l’anima al diavolo.
Ma io sono una cialtrona e a me e’ piaciuto!😆
I tempi cambiano, ragazzi, e può tranquillamente succedere che Faust si trasformi in un supereroe no? 😂😂😂

Annunci

20 pensieri riguardo “Dracula Untold.”

  1. Se volessimo fare una disamina sul personaggio storico/letterario di Dracula con quello proposto dal film per me avrebbero potuto benissimo intitolarlo “Pincopallo Untold”. Di Dracula infatti c’è solo il nome sul titolo. Personalmente inserisco questa pellicola tra il patinatissimo (e noioso) “Intervista col Vampiro” ed il pruriginoso “Twilight”.
    In realtà, poi, Stoker non si è inventato nulla di nuovo, basta dare un’occhiata indietro per trovare nobili e validi precedenti, dal “Carmilla” di Le Fanu (1872), al “Vampiro” di Polidori (1819) al feuilleton inglese di “Varney the Vampire” (iniziato nel 1845/47). Dagli inizi dell’800 non mancano figure gotico/vampiresche e l’unica paraculata del buon irlandese è stata quella di associare il succhiasangue in questione ad un personaggio storico.

    Piace a 1 persona

    1. Ma infatti lo prendiamo x quello che’ e’… una piccola fiaba no?
      Poi naturalmente se Davvero ci soffermassimo sulla Letteratura gotica bhe’ entriamo in un altro universo😊
      Grazie x il tuo passaggio Babau mi mancavi😊😊😊

      Mi piace

  2. che cosa ci vuoi fare… i tempi cambiano davvero: vampiri buoni, vampiri omosessuali, vampiri poliziotti e vampiri maniaci, vampiri adolescenti e vampiri intellettuali, vampiresse, vampiri eroi e antieroi… In fondo, rimane sempre il mito di un personaggio carismatico, e dobbiamo esser grati a Stoker per aver azzeccato un protagonista senza tempo del nostro immaginario. A proposito, lo sai che la maggior parte dei susseguenti vampiri sono stati resi celebri da scrittrici donne: Chelsea Yarbo, Anne Rice, Stephanie Mayer, che lo hanno definito il “mostro seducente”… cazzo quanta invidia, tutte quelle giovani fanciulle che porgono il loro collo con fare sensuale !!!!!!!!!

    Piace a 1 persona

  3. Recensione impeccabile.
    Un film indubbiamente mediocre come “Dracula Untold” (quel tanto patinato e colorato, al punto giusto di saturazione, da soddisfare quel target di spettatori che pensa che continuare a fare sequel di parchi giurassici sia un modo bello per spendere soldi) viene letto da una fine cultrice del genere gotico quale tu sei, filtrato poi attraverso le tue conoscenze di film sul genere vampiresco (hai un ventaglio di visioni che va sempre dal trash al sublime, senza tagliare fuori niente e nessuno) e ne esce con le ossa rotte, con tutti i suoi difetti da te messi in bella mostra.
    Ho sorriso compiaciuto per tutto il tempo della lettura (che tu sai quanto apprezzi) e concordo al 1000% con tutte le tue conclusioni.
    Negli anni il gotico è stato declinato in tanti modi, con picchi di maestria impareggiabili (il Dracula di Coppola è praticamente un riferimento, ma anche le ambientazioni, non tanto il film nel suo complesso, di Crimson Peak di Del Toro non sono da buttare…) e sono anzi stupito di non aver ancora visto sul tuo blog nulla riguardo la fiction britannica di “Penny Dreadful” o forse mi è scappato un tuo post?
    Dopo quello che hai detto tu, non penso davvero ci sia bisogno di scrivere altro sul film di Gary Shore.
    Bye

    Piace a 1 persona

    1. uff partito il commento..
      dicevo
      Eva Gren e la sua Vanessa mi ha stregato aspetto la 2a stagione….xche’ essendo questa serie un’estensione de “La leggenda degli Uomini Straordinari” voglio aspettare un po’ 😊

      Piace a 1 persona

      1. Ti serve che ti invio in qualche modo gli episodi già con audio italiano e video in HD della seconda stagione? Oppure volevi dire che aspettavi la Terza stagione? Se hai bisogno non esitare a chiedere, sul serio.

        Piace a 1 persona

      2. ti ringrazio per la premura😊ma nn c’e’ bisogno devo veddre la seconda xche’ l”ho seguita su rai 4 e mio figlio mi ha gia’ trovato la seconda
        ma prima devo finire the strain….e Kasa avevi ragione Lei e i bimbi segugi sn una cosa terribilmente agffascinante…e il figlio nn mi sta’ piacendo x niente ma ti diro’ piu’ avanti 😊

        Piace a 1 persona

      3. Sarebbe stato un piacere, Chez… ad ogni modo resto a tua disposizione..
        Sul bimbo del dottore in The Strain, ho sperato morisse per buona parte delle puntate o che venisse trasformato, tanto per dirti… ma fa sempre parte del discorso che facevamo… mostri fighi, umani tirati via…
        Com’è il rapporto tra il messicano (terra di Del Toro) e gli Antichi?
        E Quinlan? Con quel suo “trrrrrtlk” di fondo quando parla… torno bambino… All’incipit in bianco e nero della puntata 2×04, poi, sono morto dalla gioia… “Tutti al Castillo!”..
        Messicanità come chiave di lettura di diversità religiosa e culturale, nazismo come strumento di revanchismo, trasformazione e mutazione e poi più avanti chiesa cattolica ed esoterismo, magia nera… whaooo, con questo gruppetto di sfigati che gira in furgone come la versione dark di Scooby Doo… troppo bello…
        Buon week-end mon cher!

        P.S. Che ne pensi dell’inmminente “PPZ – Pride + Prejudice + Zombies”, quello con Cenerentola? Mi sa di vaccata piacevole…

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...