21 commenti su “Sullo Scrivere e sul leggere.(1)

  1. La penso come te ed anch’io l’ho scritto infatti, semplice e ben fatto, senza pretese dimostra che si può fare qualcosa di interessante senza inutili ricercatezze. E poi molti personaggi mi stanno simpatici.
    In realtà ammetto che mi sta simpatico Gianni stesso.

  2. Ragazzi, Chez in particolare, sono commosso, fiero, divertito, contento. Chi più ne ha più ne metta. Quello che hai appena scritto mi rende orgoglioso, mi premia per le ore passate col naso sul monitor.
    Grazie ancora, cercherò di non deludervi e se lo farò, sarà solo perché mi fa difetto l’ingegno, non lo stimolo e l’impegno.

  3. Conobbi Gregoroni attraverso un suo commento in un post ad un collega blogger e non mi soffermai più di tanto a pensare chi fosse costui, che come avatar gironzolava per WordPress con il loghino di un Codice Generico di Errore e non me ne occupai.

    Poi, il fantomatico Gianni ritornò prepotentemente alla mia attenzione per alcune sue osservazioni particolarmente acute, nascoste dietro un discorso solo apparentemente infantile e giocoso (la goliardia non l’ha mai abbandonata nella prosa dei commenti), con l’umiltà che hanno solo le persone straordinariamente intelligenti e che, in quanto tali, non abbisognano di paludarsi in qualcos’altro: fu allora che m’interessai a lui e cominciai a frequentare il suo blog… che poi non è tale veramente, perché quello spazio virtuale ricorda più una scrivania incasinata di fogli ed appunti, una specie di dashboard in progress continuo, dove, però, senti ribollire la creatività.

    Da allora, Gianni Gregoroni è diventato parte della mia cultura: ho cominciato a leggere i suoi scritti (ho dovuto violentarmi per farlo, sappiate, perché sto vivendo un momento davvero duro per me, dove il tempo libero è prezioso quanto l’interferone e forse di più e dove la mia reading-list e la mia watch-list sono talmente blindate che spesso non riesco nemmeno a seguire nelle breaking-news notizie come il “Canada invade l’Australia” o simili) ed alcuni personaggi da lui creati sono di forza entrati a far parte del mio immaginario.

    Adesso sto frequentando la Strega Emma e continuo a seguire l’Orso Bob, ma ho solo scalfito l’enormità dello spazio dove Gianni si muove e produce…

    Carissima Liza, il modo migliore per omaggiare il tuo post, mi sembrava quello di parlare di Gianni, perché di fatto egli ne era l’getto, per tua scelta e volontà.

    Sei per lui una vera amica e mi sento quindi di rivoltare la definzione che lui a suo tempo diede di te a me… “In Gianni c’è molto di più di ciò egli da a vedere…”.

    Un abbraccio.

  4. Sappi che mi sto gongolando e fregiando di questo post! 😀
    Forse ne farò anche una maglietta e… ehi grazie di cuore anche per la scelta musicale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...