21 commenti su “#Lucía Pérez.

  1. Sarà che in questi mesi sto scrivendo e facendo ricerche sul concetto di inferno sulla terra oppure sarà che l’orrore ha sempre fatto parte di questo mondo, per chi ha voluto vederlo, sarà tutto questo e qualcos’altro ancora, ma notizie come questa, che ogni tanto riescono a superare il muro di carta velina dell’ipocrisia dei nostri media ed approdano sui nostri desktop, mi danno quel senso di nausea quasi familiare, una specie di schifo di base che mi fa ricordare come il sistema sociale di base sia fallace.

    E’ evidente che Matías Farías (di 23 anni) e Juan Pablo Offidani (di 41 anni), insieme anche al vecchio  stronzo che li ha aiutati a pulire il furgone, se mai dovessero risultare colpevoli (il Pubblico Ministero sembra convinto, ma visto mai…) andrebbero lapidati a morte, usando come randello il loro stesso organo riproduttivo precedentemente strappato con la forza, ma è anche vero che in un mondo giusto non dovrebbero proprio accadere queste cose!

    Il problema è che questo non è nemmeno nel gruppo dei possibili mondi giusti: il nostro è un piano di realtà assolutamente perfettibile, in cui le atrocità ed il dolore sono compagni di viaggi da tempo immemorabile e mentre sui campi di battaglia una nobiltà di ricchi cavalieri si onorava con morti gloriose ed il rispetto delle rami, nelle campagne e nei villaggi, da sempre il forte si diverte a profanare la fisicità del debole, torturando, mutilando, evirando, stuprando e spesso lo fa solo per puro divertimento sadico.

    In Argentina c’è un problema indubbio di feminicidio (una donna uccisa ogni 30 ore, con una percentuale mostruosamente alta per colpa del coniuge o compagno), ma in generale la periferia del mondo (sia essa geograficamente tale o metaforicamente, perché anche nelle cucine di un ristorante di New York possono nascondersi soprusi ed aguzzini) è teatro dello spettacolo orrendo dell’abuso.

    L’abuso come risultato del potere: ecco perché, malgrado le opinioni della maggioranza dei fan e dei nerd, c’è un abisso morale tra una serie bellissima divertentissima e cazzutissima come Daredevil ed un piccolo capolavoro abbastanza incompreso come Jessica Jones e lo so che sto mescolando sacro e profano, ma è proprio il concetto di impotenza della vittima e dello strappotere del carnefice che spesso viene evitato, come un taboo della nostra società, persa a fingere che il sadismo sia solo la versione sconcia di un gioco erotico, magari patinato da un film inguardabile come le 50 sfumature di merda tratte da un libro non migliore.

    Il mio pensiero di cinefilo va subito ad “8 mm“, il drammatico film scritto nel 1999 da Andrew Kevin Walker e diretto da Joel Schumacher, in cui il personaggio interpretato da Nicholas Cage, indagando sull’omicidio di una ragazza, finisce per scoprire che era stata oggetto di sevizie e torture in uno snuff movie, commissionato da un ricco signore, il quale, per candida ammissione del suo segretario, organizzò quella tortura senza un reale motivo, ma solo “perché poteva”.

    • ..sai amico mio ho pensato allo stesso film ma anche a quello con Johnny Deep
      The Brave
      E poi non essendo una persona posata ed equilibrata come te…
      Ho pensato x tutto sto’ cazzo di giorno a fare loro le stesse cose che hanno fatto alla ragazzina
      chi genera una tale atrocita’ non ho NESSUN DIRITTO DI VIVERE…

      • E ti credo!
        Ma posato o non posato, anche ucciderli a mangannellate con il loro stesso membro, come auspicavo io, non è da poco…

        Comunque non ti sembra tutto così… come dire, malato?
        Già uno stupratore fa schifo, ma questi sono incredibilmente peggio… la cosa assurda è che è talmente mostruoso quello che hanno fatto da sminuire il gesto iniziale della violenza carnale… un nuovo livello di stupro, quello demoniaco…

    • Caro Kasa, al solito la tua lucidità è edificante. Il problema è duplice: cosa genera una simile follia, quante di queste violenze non sono punite. Il primo problema è da affrontare ad un livello base: famiglie e persone non devono nemmeno poter pensare al sopruso puro e qui ci sono (crudeltà innata a parte, che io credo esista) da attivare le famiglie, la scuola, l’umanità delle persone. Il secondo problema è che se non li becchi mai e se le violenze domestiche (quelle senza esiti così drammatici) non vengono punite… beh puoi avere le migliori leggi del mondo non se ne infischierà nessuno.

      Sul caso in particolare Liza ha già esposto tutto. Quale che sia il motivo scatenante di questo atto orribile, il risultato è disumano.

      • Il problema è che non abbiamo più nemmeno padre Amorth a fare esorcismi..
        Italiani che pagavano soldi per andare a fare cecchinaggio a Sarajevo sui civili che andavano a prendere l’acqua alle cisterne, crisi economiche che creano nuove migrazioni e scafisti che usano donne e bambini come zavorra da sacrificare, soldati che si sfogano sulle popolazioni locali durante le missioni di peacekeeping, signori della guerra africani che sfondano bambine per i loro giochi erotici, minorenni stuprati che da grandi diventano potenziali violentatori, minorati mentali usati come kapò o torturatori dai capimafia o dai narcotrafficanti… l’orrore continuato che spesso fingiamo che non esista e magari si nasconde vicino casa, dietro la porta accanto, come nel condominio degli orrori dove i bambini violentati vengono buttati dal tetto… l’orrore…
        Torna in mente il monologo del colonnello Kurtz in Apocalipse Now…

  2. Lasciano senza parole queste notizie… propongo il carcere a vita, così che possa riflettere fino alla fine dei suoi giorni su ciò che ha fatto in una stanza grande quanto uno sgabuzzino…

  3. Non sopporto, per nessun motivo al mondo riesco a sopportare certi orrori.
    Non so cosa si dovrebbe fare con certa gente… perché nulla riuscirebbe ad essere per loro così sconvolgente come il loro comportamento.
    Buona serata.
    Quarc

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...