George A. Romero.


​E’ morto il regista statunitense George A. Romero, maestro del genere cinematografico ‘zombie’. Il cineasta, classe 1940, ha firmato la pellicola ‘La notte dei morti viventì (1968), divenuto film di culto nel cinema dell’orrore. Romero, che aveva 77 anni, era malato di cancro ai polmoni.

Noto per il suo primo lavoro La notte dei morti viventi e per i suoi numerosi sequel, è scomparso in un ospedale di Toronto “dopo una breve ma aggressiva battaglia contro un cancro ai polmoni“, ha riferito il suo storico produttore Peter Grunwald. Il leggendario regista è morto mentre ascoltava la colonna sonora del suo film preferito, Un uomo tranquillo (1952), accompagnato dalla moglie,Suzanne Desrocher, e dalla figlia,Tina. Romero ha scritto e diretto il classico del 1968, in cui i morti ritornano in vita e mangiano la carne dei vivi, e cinque sequel, tra cui quello del 1978 Zombie.

Nei suoi film, oltre al tema dei morti viventi, c’era quello degliesseri umani che, in una situazione di emergenza, invece di allearsi si rivoltano gli uni contro gli altri. Il focus è stato ripreso con successo, negli ultimi anni, anche dalla serie tv The walking dead. Segno di quanto la creazione cinematografica di Romero sia ancora oggi attualissima e sfruttata. Romero è nato nel quartiere del Bronx, a New York, il 4 febbraio 1940. Il suo storico produttore, Peter Grunwald, che ha dato l’annuncio della sua morte, ha spiegato che da sempre il regista era affascinato dal raccontare storie di mostri familiari, vicini alle persone che terrorizzano e massacrano.

“Non sono pazzeschi o fantastici – ha raccontato – sono i nostri vicini, i nostri parenti, i nostri amici. Sono più spaventosi proprio per questo, più dei grandi effetti speciali”. Romero ha influenzato una generazione di registi tra cuiQuentin Tarantino, Guillermo del Toro, Robert Rodriguez e Wes Craven. Il suo più grande successo,La notte dei morti viventi, doveva inizialmente intitolarsi La notte dei mangiatori di carne. Il titolo fu cambiato dal distributore del film, Walter Reade. Realizzato con 114mila dollari, il film in bianco e nero incassò circa 30 milioni di dollari in tutto il mondo. Il successo commerciale “permise a Romero di fare i suoi film a modo suo”, ha dichiarato Grunwald. Il suo ultimo lavoro da regista risale al 2009:Survival of the dead – L’isola dei sopravvissuti, uscito in Italia solo in DVD. Ma i fan del genere, che si stanno scatenando su Twitter, ne sono certi: anche lui, come i suoi personaggi, è destinato a tornare
RIP.

L.

Annunci

7 pensieri su “George A. Romero.

  1. Come dicevo poco fa sulla pagina FB di Butcher, tra la scomparsa di un genio rivoluzionario come Romero ed un titano recitativo come Martin Landau, questa mattina possiamo davvero solo chinare il capo, inforcare un paio di occhiali neri e snocciolare sotto voce qualche maledizione pagana…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...