Jimi Hendrix tra lavoro e scleri tecnici…


(1 Grazie doveroso alla progenie maggiore che mi presta il suo smartphone e al mio amico Pino che mi fa’ navigare a zecca per farvi un salutino.

Torno presto non vi libererete così facilmente di me! Alla prossima!!)

L.

ROCK NEWS:

IN ARRIVO LA RISTAMPA DI ‘ELECTRIC LADYLAND’ PER IL 50° ANNIVERSARIO. Il cofanetto conterrà brani e registrazioni inedite del gruppo, foto esclusive e molto altro ancora
In occasione del 50°anniversario dell’album di Jimi Hendrix Experience, Electric Ladyland (1968), Legacy pubblicherà un cofanetto imperdibile. L’edizione Deluxe sarà disponibile dal 9 novembre in versione 3CD o 6LP. Electric Ladyland è stato rimasterizzato da Bernie Grundman, partendo dal mix audio originale dell’album, firmato dal produttore discografico americano Eddie Kramer.
Il cofanetto include demo, registrazioni inedite e molto altro ancora. È presente anche il documentario del 1997, At Last … The Beginning: The Making of Electric Ladyland in Blu-ray e la registrazione live inedita di Jimi Hendrix Experience: Live at the Hollywood Bowl 14/9/68.

La ristampa arriva accompagnata da un libro di 48 pagine che contiene testi scritti a mano da Hendrix, poesie e indicazioni per la sua etichetta discografica Reprise, oltre a foto inedite scattate durante sessioni in studio. La copertina dell’edizione Deluxe presenta una foto della band accanto alla statua di Alice in Wonderland di New York City di Linda McCartney, scelta personale di Jimi per la copertina dell’album.
Electric Ladyland è stato l’ultimo album in studio di Hendrix, e si tratta dell’unico LP dell’artista a raggiungere il primo posto nella classifica di Billboard. Tra i tanti iconici brani del disco, vi sono “Voodoo Child”, la cover di “All Along the Watchtower” di Bob Dylan e “Crosstown Traffic”.

(Fonte: VirginRadio).

I LOVE JIMI!!

Ricerca: chi dice parolacce è più onesto .


Secondo uno studio condotto da tre università chi dice parolacce è più onesto. Ecco perché…

Ricerca: chi dice parolacce è più onesto

Il mondo è bello perché è vario ma, semplificando molto, potremmo azzardarci a semplificare individuando due tipi di persone: chi dice le parolacce e chi, invece, preferisce un approccio più diplomatico. Nonostante usare parole oscene non sia ben visto dalla nostra società, parrebbe esserci qualche aspetto positivo in questo approccio.

Secondo uno studio condotto dalle università di Stanford Cambridge, Maastricht e Hong Kong, le persone che dicono molte parolacce potrebbero essere più oneste dato che applicherebbero meno filtri mentali al discorso.

Lo studio si è svolto in due diverse fasi: durante la prima fase 276 persone hanno partecipato ad una intervista, indicando quale parolacce usano quotidianamente e con quale frequenza. In seguito i ricercatori hanno messo alla prova la loro onestà sottoponendoli ad una serie di test.

Durante la seconda fase della ricerca, gli studiosi hanno analizzato oltre 70 mila profili Facebookcercando indicatori linguistici dell’inganno, come l’uso della terza persona e la presenza di parole negative. Combinando i risultati ottenuti si è visto come ci sia una forte relazione tra le imprecazioni e l’onestà: chi dice più parolacce tende ad essere più sincero. Questo genere di linguaggio implica che la persona applichi meno filtri al suo discorso sociale, usando meno maschere. Insomma, potremmo proprio dire: imprecatori assolti!

(http://m.fuoriditesta.it/notizie-divertenti/)

Adesso e’ confermato

Buona giornata!

😂 😂 😂 😂 😂 😂